Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Usato online – La truffa dello straniero che “paga”, vi prende l’auto e scappa

Non ci vuole poi tanta fantasia a mettere in piedi questa truffa. Però, proprio per questo, non ci vuole nemmeno tanto per capire che è una truffa e bannarla. Eppure, sull’importante portale di ricerca e vendita auto usate Autoscout24 potete trovare vari messaggi che potrebbero far cadere in questa truffa. Sono testi scritti in italiano incerto, in cui uno straniero risponde a un vostro annuncio esattamente come vorreste voi. Si dice disposto ad acquistare l’auto che avete inserzionato senza discutere sul prezzo “come invece fate voi italiani”. Dunque, senza battere ciglio e addirittura senza vedere la macchina (!), vi offre di pagare subito con un bonifico o un “assegno con certificazione di banca”. Una manna, in tempi di crisi. Vi chiede solo una “piccola cortesia” in cambio: per ragioni fiscali sue, deve far figurare che l’auto gli è costata di più. O lo spedizioniere che verrà a ritirare auto e documenti dovrete pagarlo voi. Quindi il bonifico (o l’assegno) sarà per una cifra più alta rispetto al prezzo che gli avete chiesto e voi dovrete subito restituirgli la differenza o parte di essa, con un money transfer come quelli che usano gli immigrati per mandare soldi nel loro Paese di origine. Il problema è che, essendo bonifici o assegni esteri, la vostra banca ci metterà un po’ di giorni a capire che sono fasulli. Voi, invece, il vostro money transfer lo avrete fatto subito, con soldi buoni.

Ad Autoscout sanno benissimo tutto questo. Tanto che sono i primi a mettere in guardia i clienti, come potete leggere nella lettera qui sotto. Però dicono che non possono far altro che eliminare i messaggi sospetti, senza denunciarli alla Polizia postale perché non sta a loro “invadere il campo” dei poliziotti.

Un po’ poco: come mi segnala Marisa Marraffino, che da giovane avvocato ha già scritto un libro sulle disavventure che possono capitare online, nel 2011 la Corte di giustizia Ue (caso C 324/09, L’Oreal contro e-Bay) ha stabilito che gli operatori delle “vetrine web” devono fare di più.

L’articolo 14 della direttiva 2000/31 prevede che il prestatore di un servizio internet non sia responsabile delle informazioni memorizzate a richiesta di un destinatario del servizio. Ma diventa responsabile se, tra le altre cose, era al corrente di fatti o di circostanze in base ai quali un operatore economico diligente avrebbe dovuto constatare l’illiceità e agire immediatamente in conformità con l’articolo 14 per rimuovere le informazioni o disabilitarne l’accesso. Se ci sono ancora utenti che ricevono i messaggi truffaldini, vuol dire che Autoscout24 non sta agendo proprio immediatamente, visto peraltro che dichiara di conoscere il problema (e quindi dovrebbe saperlo riconoscere in tempo reale, con un’adeguata vigilanza).

Per dimostrare che Autoscout24 conosce il problema e sa come individuarlo subito, vi riporto un messaggio di avviso che manda ai suoi clienti.

Come Utente del sito di AutoScout24,  

vogliamo metterla in guardia sulle recenti frodi attualmente in circolazione.

E’ possibile che alcune persone vi contattino prevalentemente dall’estero (negli ultimi tempi in particolare dagli stati Africani come la Costa  D’Avorio) e vi propongano di acquistare la vostra auto senza neppure chiedere di visionare il veicolo. Vi verranno richiesti alcuni dati tra cui anche l’invio di una scansione del Vostro documento, del libretto di circolazione del veicolo, i Vostri dati bancari o l’indirizzo di posta per l’invio di un assegno o di un  bonifico bancario sul Vostro conto corrente, superiore al costo della vostra auto chiedendovi, una volta da voi ricevuto il denaro, di rifondere la differenza tramite Western Union o altri servizi di trasferimento denaro, generalmente con la scusa di coprire le spese di trasporto o di tasse imposte dallo stato sui movimenti di capitale. NON INVIATE ALCUN DATO O DOCUMENTO INERENTE LA VOSTRA PERSONA O IL VOSTRO VEICOLO. E’ SICURAMENTE UNA TRUFFA.
Nel caso del Bonifico trattandosi di bonifico bancario estero dovranno necessariamente trascorrere circa 20/30 giorni perché la banca possa verificare la copertura effettiva e quindi riscuotere il denaro, cosa che alla fine risulterà non possibile.
Nel caso di ricevimento di un assegno, trascorso il tempo necessario alla Banca per le verifiche contabili, questo risulterà scoperto o intestato a correntista a cui è stato indebitamente sottratto. NON INCASSATE L’ASSEGNO.
 
ATTENZIONE ANCHE A TRATTATIVE CHE CONTEPLANO “BONIFICI BANCARI” ITALIANI. PRIMA DI CONSEGNARE IL VOSTRO VEICOLO CHIEDETE LA CONFERMA EFFETTIVA ALLA VOSTRA BANCA DELLA COPERTURA DEL CONTO DA CUI VIENE EFFETTUATO IL BONIFICO.
 
Se avete avviato una trattativa che comprende uno dei due casi sopra elencati, avvisate la vostra Banca di non accettare il bonifico estero “in arrivo” e recatevi al più vicino ufficio di Polizia Postale della Vostra zona con tutto il materiale inerente la transazione per sporgere denuncia.
 AutoScout24 è una vetrina di annunci online, annunci che vengono pubblicati autonomamente dai nostri utenti senza che vi sia un nostro intervento o una verifica di quanto scritto (se non in una fase successiva alla pubblicazione) e, come Lei stesso saprà, per questioni di tutela della privacy, non possiamo in alcun modo intaccarne il contenuto di cui, peraltro, non siamo responsabili e di cui non garantiamo la piena correttezza, come indicato in ogni annuncio.
 
AutoScout24 non interviene in alcuna maniera né nelle trattative di compravendita né in tutto ciò che riguarda le pratiche di acquisto auto. Non possediamo né agenti incaricati di seguire tali pratiche, né garage di consegna vetture né siamo in contatto con alcuna società di acquisto/trasporto vetture.
Ci teniamo ad informarla, che AutoScout24 effettua quotidianamente controlli atti ad eliminare tali annunci truffa ed è costantemente impegnata in operazioni mirate ad avere nel proprio database annunci riportanti informazioni correttamente esposte e veritiere.
Il nostro intervento, risulta lecito solo in caso di evidente truffa o raggiro palesemente individuabile, ed è limitato alla sola eliminazione dell’annuncio dal database non potendo noi in alcun modo, invadere campi di competenza esclusiva delle forze dell’ordine.
 
Proprio a tutela dei nostri utenti, abbiamo anche pubblicato una serie di informazioni dedicate
all’utilizzo dei servizi AutoScout24 e alle truffe ora in circolazione:
http://ww2.autoscout24.it/mz_home.aspx?article=7936
 
Le suggeriamo inoltre di leggere i nostri consigli per vendere in sicurezza.
 
http://ww2.autoscout24.it/service/advisor-int/advisor-int-sell-evaluation.aspx
 
La ringraziamo per averci contattato e le inviamo,
 

Cordiali saluti

Tags:
  • NICOLA LENZA |

    buongiorno, allego ultima corrispondenza. il potenziale acquirente lavora in Africa-

    “Accuso la buona ricezione della vostra mail. In visto della nostra situazione geografica
    Ho avuto ha contattato il mio consigliato per avere un’idea sulla modalità di pagamento e mi ha consigliato di trasferirvi la somma con un trasferimento bancario poiché è un mezzo affidabile qui in Africa.
    Amerei sapere se questa modalità vi converrà.

    Una volta il pagamento della merce effettuato ed avete ricevuto l’importo nel vostro conto in bancario in Italia , mi renderò alla società di transito per avere ampie informazioni sull’esportazione della merce.

    Successivamente li terrò informare sulla data del passaggio dello spedizioniere. Non preoccupate io provvederò alle spese marittimo. Visto che non potremo renderci sui luoghi a causa del lavoro , lo spedizioniere si incaricherà di firmare la documentazione riguardante la vendita al nostro posto e ritornerà con la merce.

    Grazie in anticipo.

    Resto dunque in attesa delle vostre notizie.

  • giulia |

    Buongirono francesco,

    io sono stata contattata sempre dalla sign.ra Sonia Bassin, lei ha venduto la macchina?posso chiederle se si tratta di una truffa?
    In quanto mi ha contatto per la vendita della mia moto.
    Grazie

  • Max |

    Nuova identità con nuove truffe con tecnologia avanzata . Mi hanno contattato per l’acquisto di un oggetto . Poi Inviano il doppio di quello che chiedi con Pay Pal , inviando documenti della Pay Pal via email del pagamento effettuato . Sembra tutto regolare . Dopo 2 giorni inviano una Email si scusano e dicono che per errore hanno pagato il doppio e richiedono il rimborso con Western Union .

    Ecco i dati

    Paul Pertz di Londra scrive bene l’ inglese e dice di lavorare a Napoli
    paulwertz1@gmail.com

    Inviato da iPad

  • Maurizio Caprino |

    L’unico modo per cautelarsi è avere in mano i soldi al momento della consegna materiale dell’auto. Quindi vedersi con l’acquirente direttamente in banca.

  • roberto |

    salve,
    sono stato contattato da 3 africani i quali dopo aver visionato la mia auto e dopo aver trattato sul prezzo mi hanno lasciato un’acconto di 500€ x dei piccoli lavori da effettuare, vorrebbero ritirare l’auto la settimana prox con il saldo. tuttavia non mi fido tanto, anche se gli ho chiesto il pagamento in contanti.
    come posso cautelarmi??

  Post Precedente
Post Successivo