Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

I sindaci possono limitare le insegne delle farmacie

Grande invenzione le lampade a led: fanno tanta luce e consumano poca energia. Per questo si sono diffuse e sempre più si diffonderanno anche sui veicoli (e anche per i fari anabbaglianti). Ma tutta questa luminosità a buon mercato può anche fare danni: oltre alle luci blu montate su molti camion che sembrano autocolonne di polizia (l’ho denunciato più volte), si pone anche il problema delle insegne delle farmacie, divenute vistose quasi come decorazioni natalizie.
Per carità, è bello poter distinguere a distanza una farmacia aperta quando vaghi per la città di notte o nei weekend alla ricerca urgente di medicine. Ma è molto meno bello essere confusi quando queste insegne sono vicine ai semafori. E questo non è affatto raro, tanto che qualcuno ha posto un quesito al ministero delle Infrastrutture. Che ha accolto la tesi restrittiva: a quelle insegne si applicano le regole generali e quindi nei centri abitati i sindaci possono imporre limitazioni aggiuntive rispetto a quelle del Codice della strada ( http://www.poliziamunicipale.it/aree/attual.aspx?s=4&idt=6&id=3245 ).

  • Paoblog |

    Questa mattina neanche a farlo apposta ho notato l’insegna di una nuova farmacia, di colore blu e bianco, ma con una luminosità veramente esagerata. Fastidiosa, ma ininfluente rispetto al semaforo posto nelle vicinanze.
    Sarebbe stata forse un problema se fosse stata di colore verde, visto che avrebbe di fatto messo in secondo piano il semaforo.
    °°°
    Restiamo quindi in attesa dei semafori a led che forse rimettono a posto le cose (e dico forse): http://paoblog.wordpress.com/2012/05/15/semafori/
    °°°
    A proposito di insegne, ho notato in effetti che le parafarmacie che incontro hanno sempre le insegne blu; è così anche altrove?
    °°°
    Il Tar Calabria, accogliendo il ricorso di Federfarma Catanzaro, ha ribadito in una recente sentenza (sentenza n. 900 del 13 giugno 2011) che, secondo la legge, “l’uso della denominazione ‘farmacia’ e della croce di colore verde, su qualsiasi supporto cartaceo, elettronico o di altro tipo, è riservato alle farmacie aperte al pubblico e alle farmacie ospedaliere”. L’uso della croce verde da parte delle parafarmacie è dunque illegittimo e il Comune di competenza ha “l’obbligo di ordinarne la rimozione”.

  • 59raf |

    …completamente d’accordo ….

  • Paoblog |

    In futuro, allora, le farmacie saranno a rischio multa ed i camionisti con lucine varie continueranno a circolare sulle strade.
    °°°
    Che poi ricordo il suo post del 2009 dove per l’appunto raccontava il fatto che questi camion multicolor quando entrano in Svizzera si beccano la multa. Quindi si può fare, volendo.
    °°°
    Ed allora una volta di più mi chiedo (alla luce dei recenti annunci di inasprimento di sanzioni varie) a che serva avere multe da 500 € se poi nessuno le fa.
    °°°
    Ed i tecnici non sanno che le multe sono certe solo per certi soggetti e pura utopia per altri?
    °°°
    Anche la mia domanda ricade nell’utopia, lo so…

  Post Precedente
Post Successivo