Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Emergenza neve: le ordinanze fantasma sui mezzi pesanti e gli igloo su quattro ruote

Dunque, alla fine lo hanno fatto davvero: come vi anticipavo al volo l'altra sera, in alcune province del Centro-Nord le prefetture hanno bloccato tutti i mezzi pesanti (di massa superiore a 7,5 tonnellate). Lo fanno con ordinanze-spot, emanate e ritirate nel giro di poche ore, a seconda di quali indicazioni arrivano da Viabilità Italia e dal meteo della Protezione civile. Incredibilmente, sono notizie che non trovate nei tg né in molti siti web che si occupano di viabilità: dovete andarvele a cercare una per una direttamente nei siti delle singole prefetture (www.prefettura.it/nome della città). Con buona pace delle conferenze stampa in cui si parla di sistema integrato di infomobilità.

Sarà per le scarse informazioni, sarà per la consapevolezza che su aree così vaste e in condizioni così proibitive i controlli diventano impossibili, sta di fatto che molti camion continuano a riversarsi (e a intraversarsi) sulla viabilità ordinaria. Può capitare anche ai più ligi: non è facile trovare un posto adatto per lasciare in sosta un camion in mezzo alla bufera e così si gira un po' per trovarlo. Starebbe ai sindaci indicare dove andare, ma evidentemente non ci sono piani adeguati: quelli esistenti (molto validi e aggiornati di anno in anno) riguardano solo la grande viabilità e si basano perlopiù sul presupposto che quella ordinaria resti aperta. Mentre ci sono corpi di polizia municipale che per informarsi su quali limitazioni vigano sul loro territorio, essend saltati i contatti con la Prefettura, chiamano il 113.


Così non stupiscono notizie come quelle che mi arrivano di prima mano dalla Romagna, le polizie locali di fatto riescono a fermare i mezzi pesanti solo quando attraversano i centri abitati. Fanno multe per circolazione senza catene, beccandosi gli improperi di camionisti preoccupati solo di consegnare le merci. A prescindere dal fatto che ciò sia davvero fattibile.

Ma pure gli automobilisti ci mettono del proprio: c'è gente che si ritrova con la macchina coperta da mezzo metro di neve e si limita a scavare in corrispondenza del parabrezza "finestrelle alte una decina di centimetri e larghe trenta. In pratica, ci vede molto meglio il conducente di un carro armato. Mi è stato segnalato il caso di un vecchietto che circolava come se stesse in un igloo fissato su quattro ruote; arrivato all'altezza di un posto di controllo, è stato invitato dagli agenti a togliere un bel po' di neve dai vetri e, quasi basito, ha chiesto il perché. Ma si può?

  • flori2 |

    Con o senza igloo la capitale d’Italia, membro del G7, si è paralizzata alla prima nevicata. Non mi sembra che sia caduta 1m di neve a Roma…
    Non è solo colpa del sindaco

  • ombrachecammina |

    con la neve ? gente che parte con 30cm sul tetto e poi alla prima frenata secca si trova TUTTO sul parabrezza .. con relativo panico + frenata di emergenza aNche in piena corsia.
    col ghiaccio ? “abitue’ del ultimo-momento” (quindi gente che vive e/o lavora li’) che non perde i 5-10 minuti per grattare e sbrinane vetri (e specchietti) per poi perder quarti d’ora e farli perdere agli accodati, perche’ sbircia la strada da “feritoie”.
    purtroppo ” si puo’ ” …

  • Ivan |

    A me stamattina è caqpitato di vedere sulla salerno reggio calabria davvero di tutto: cartelli che dicono “obbligo di catene a bordo”, pannelli luminosi che scrivono “consigliato catene a bordo”, addirittura cartelli “autostrada chiusa” e invece era percorribile… non si capisce proprio nulla ma la cosa strana è che si tratta sempre e solamente dello stesso tratto sfigato di sempre ossia lagonegro frascineto… Anas vuol dire fiducia?

  • RPedrocchi |

    A proposito di ordinanze spot, improvvisate e comunicate assolutamente fuori tempo massimo.
    Il comune di Monza, oggi 2 febbraio, ha chiuso le scuole e ne ha dato comunicazione ieri alle 21:00 (e solo attraverso il proprio sito).
    Chi gli spiega che, prima di fare un’ordinanza, bisogna pensare a se e come si possa far giungere la notizia agli interessati ?.
    Ciao

  • Paoblog |

    Questa mattina sulle strade c’erano i trattori spazzaneve. Senti sempre chi si lamenta, spesso giustamente, delle strade piene di neve, tuttavia facciamoli lavorare questi spazzaneve.
    °
    Il trattore non può andare velocemente, come spiegava tempo fa il Pupo Giardiniere, (vedi: http://paoblog.wordpress.com/2011/05/30/trattore/ ) meno che mai se deve spazzare la neve dalla strada.
    °
    Ed invece ecco che stamane c’era quello che gli stava attaccato, a meno di due metri,così come quelli che sorpassavano la colonna di auto (+ trattore) senza che vi fosse visibilità a sufficienza per valutare la fattibilità del sorpasso infatti ecco che arriva una macchina e la vecchia Panda frena bruscamente per rientrare, senza considerare il rischio di perdere aderenza e, meno che mai, che la vettura di fianco alla tua non può scomparire per far posto ad un “Pirla.”

  Post Precedente
Post Successivo