Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Traffico urbano/2 – Anche gli inglesi diventano impazienti. Colpa dei navigatori

Da almeno 15 anni si sa che gli inglesi guidano da gentlemen. Non tanto per la loro proverbiale flemma (esisterà davvero?), quanto per il fatto che hanno una densità di veicoli spaventosa rispetto alle strade a disposizione: una situazione simile a quella italiana, ma con la fondamentale differenza che loro hanno capito che essere disciplinati rende il traffico più scorrevole (noi invece cerchiamo sempre la furbata individuale, solo che lo facciamo tutti e così il traffico collassa, con buona pace di quel 34% di giovani che, secondo la recentissima ricerca dell’Università La Sapienza di Roma per conto della Stradale, pensa che le regole creino intralcio).
Ma ora anche gli inglesi cominciano a soffrire: i navigatori satellitari stanno facendo scomparire anche alcune “oasi” di relativa tranquillità.

Il riferimento è a quei paesini dai quali prima passavano solo i pochi veicoli diretti proprio lì e qualche turista senza fretta. Ora, quando le autostrade nelle vicinanze sono bloccate, ci passano tutti quelli che hanno un navigatore satellitare: il dispositivo calcola i percorsi alternativi, facendo deviare chi ce li ha proprio in questi paesini, che stanno diventando un inferno.
I navigatori fanno solo il loro dovere: il vero problema di fondo è la mancanza di un’adeguata viabilità alternativa a quella principale (come in molte zone d’Italia, specie al Nord). Ma i sindaci dei piccoli centri stanno chiedendo ai produttori dei navigatori di eliminare i loro paesini dal calcolo degli itinerari alternativi. Tremo al pensiero di cosa potrà succedere quando se ne accorgeranno alcuni nostri sindaci: la loro fantasia è già molto fertile anche senza navigatori…

  • paolo |

    Se solo il 34 percento degli studenti pensa che le regole creano intralcio vuol dire che al rimanente 66 hanno fatto il lavaggio del cervello. In effetti le informazioni precise come quelle dei navigatori possonio creare alcuni disagi. 15 anni fa quando non c’erano i navigatori ero in vacanza a riccione e ho chiesto alla reception dell’ hotel la strada per san marino. Mi è stata indicata la stessa dei cartelli stradali. Io ho detto al tipo dell’hotel, no , non voglio sapere la strada ufficiale dei cartelli, voglio sapere la strada che fate voi qui del posto per evitare le code, quella che passa da coriano o san patrignano ecc. ecc.

  Post Precedente
Post Successivo