Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Luci diurne aftermarket – Solo ora diventano legali e vanno annotate sul libretto

Legalizzazione dopo anni per le luci diurne montate su vetture che ne sono sprovviste. Ieri è stato pubblicato sulla «Gazzetta Ufficiale» 271 il decreto 6 novembre con cui il ministero dei Trasporti ha stabilito che per questi dispositivi luminosi supplementari è sufficiente il montaggio a regola d’arte (e in posizioni stabilite dal decreto) effettuato da qualsiasi officina di autoriparazione regolare (cioè iscritta nei registri professionali previsti dalla legge 122/92) e seguito dall’aggiornamento della carta di circolazione, previa visita e prova da parte della Motorizzazione.

Tutto ciò vale solo per luci con omologazione Unece 87. Quindi attenzione al kit che acquistate o che vi fate procurare dall'officina.

Dunque, non è più necessario chiedere il (costoso) nulla osta al costruttore. Un adempimento omesso da molti automobilisti che negli ultimi anni, quando le luci diurne si sono diffuse tra i nuovi modelli, le hanno fatte montare abusivamente anche sulle loro vetture già circolanti. Adesso gli si apre la possibilità di una sanatoria. Oppure continueranno a circolare esattamente come ora. O perché ignorano i loro obblighi o perché confidano nella scarsità delle pattuglie e nella generale cautela degli agenti su queste faccende tecniche, perché "sono roba che solo la Motorizzazione conosce".

  • Maurizio Caprino |

    No, solo luci diurne (DRL)

  • rado |

    Non ho capito, ma questa cosa è relativa anche ai tamarri che montano kit xeno aftermarket e ora sono liberi di abbagliarci?
    Un conto sono lampadine più chiare, bianche…e quelle ci stanno.
    Ma il kit xeno…

  Post Precedente
Post Successivo