Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Attenti, domenica la Salerno-Reggio chiude per venti chilometri

Tutto già previsto, per carità: ci sono da risistemare tutte le deviazioni e la relativa segnaletica nel cantiere del "macrolotto" (i 30 chilometri da Padula a Lauria), perché si entra in una fase diversa dei lavori. Ma la notizia va data: domenica la Salerno-Reggio Calabria resterà completamente chiusa in entrambe le direzioni dalle 6 alle 17 tra Padula e Lagonegro Nord (20 chilometri).

In realtà, non sono prevedibili grandi code: fuori stagione, la Salerno-Reggio è poco trafficata, specie di domenica (mancano i mezzi pesanti). E pensate che la A3, tolto il tratto immediatamente a ridosso di Salerno, non ha volumi critici: in un sabato di controesodo di agosto, in direzione nord c'erano 4mila veicoli/ora, mentre sulla meno nota tangenziale di Bari (fondamentale però per il traffico verso i Balcani) ormai ne transitano tranquillamente 6mila.

Questo dice che gli itinerari alternativi (gli stessi usati durante l'esodo e quindi ben segnalati) non saranno saturi. Ma non dimentichiamo che si deve passare dentro un centro abitato (Casalbuono) e che ci sono un paio di incroci appena fuori Lagonegro dove appare inevitabile la formazione di code.

  • 3naranze |

    finalmente è completamente percorribile l’A28 da Portogruaro a Conegliano!
    finalmente si può evitare la ss pontebbana: un grande passo avanti per la sicurezza di chi deve passare da quelle parti e per chi da quelle parti ci abita.

  • 3naranze |

    A28 ancora chiusa, forse aprirà a fine mese per completare non si sa quali lavori (l’impresa ha prorogato per tutto il mese il contratto dei 60 lavoratori interinali rumeni, unica cosa che si sa!). Gli effetti sono terribili: ieri un camion, proveniente da Udine, ha travolto e ucciso un uomo in bici nel centro di Gaiarine. L’A28 finisce a Sacile ovest: o fanno la Pontebbana o le provinciali…

  • Valerio |

    nei contenziosi ci guadagnano solo le imprese e gli arbitri. dovrebbero porre un paletto ampio quanto una carreggiata (magari una palificata…) affinché gli arbitri siano scelti con più chiarezza e non sempre fra le elite universitarie e degli avvocati. E assai difficile entrarci, ma a detta dei reportage e degli ultimi articoli apparsi sul web sembra che guadagnino un sacco di soldi, oltra a stipendi degli enti di appartenenza o delle laute pensioni dei propri ordini professionali. e magari ci sono ingegneri, archietetti, geometri e avvocati che si devono accontentare di fare un accatastamento o una causa per multe da autovelox presso i giudici di pace. Nei contenziosi non ho mai saputo di imprese che ci abbiano perso qkosa, anche e soprattutto per le carenze dei progetti (fatti da gente e tecnici ignoranti). Insomma le sorti sono in mano a avvocati e grandi professionisti del mondo delle costruzioni e i risultati si vedono: dall’esito dei loro LODI gli Enti pubblici sono spremuti come vacche grasse. ciao a tutti. (Maurizio, quando mi dai una risposta sul guaio della SS7 a Potenza????? attendo fiducioso della tua azione giornalistico-indagatrice). :-))

  • 3naranze |

    vero! ma quante hanno accanto un’autostrada alla quale non si sa cosa manchi per il completamento, se non la soluzione ad un contenzioso arbitrale tra Autovie – ente appaltante – e C.M.B. di Carpi – appaltatore – riguardante la restituzione dell’anticipo sul premio per non aver consegnato in anticipo i lavori (annunciato per dicembre ’09, scadenza contrattuale aprile ’10)? su skyscrapercity i blogger del sud l’hanno soprannominata “la Salerno-Reggio Calabria del nord est”. altri, vista la scusa prevalente accampata dall’appaltatore per i continui ritardi dei lavori, “l’autostrada de la piova”…

  • Valerio |

    di strade pericolose cene sono tante e non solo la Pontebbana. Occorre aumentare la prudenza in quei tratti di strade ove i punti neri costituiscono una vera insidia stradale, tanto da poter sempre essere citata in giudizio come causa del danno. state attenti amici della Pontebbana! vedete se manca la segnaletica e se le barriere e le pavimentazioni sono proprio in buono stato di conservazione, altrimenti scrivete agli Enti proprietari, fate comitati ad hoc e inviate lettere a raffica fino a quando qualche funzionario sensibile si metterà l’anima in pace e inizierà a fare periziette con la speranza che qualcuna di esse venga finanziata. questo è lo stato delle cose… ciao amici, ciao Maurizio (a che punto é la notizia del ridicolo tracciato “Racc. Sicignano/Pz-SS7 (meno di 1Km!!!) -SS407 Basentana”? vogliamo la verità sulle vere responsabilità che sono alla base della presenza vergognosa di quei ristorantini abusivi che creano solo pericolo all’utenza e non certo un servizio pubblico (in mezzo ad una serie di curve assai pericolose).

  Post Precedente
Post Successivo