Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Patente estera per aggirare la sospensione in Italia: il recidivo di Bolzano è solo la punta dell’iceberg

Oggi alle dieci del mattino a Ortisei (Bolzano) i Carabinieri hanno “incontrato” ancora una loro vecchia conoscenza: un automobilista noto in zona per aver subìto sette sospensioni di patente per guida in stato di ebbrezza. Nonostante l’orario, era ubriaco anche stavolta. Ma quello che più ha colpito i militari era il fatto che l’uomo fosse regolarmente autorizzato a guidare: la patente italiana gliel’avevano sospesa, ma lui aveva trasferito la residenza nella Repubblica Ceca e ottenuto un nuovo permesso di guida. Che è come un salvacondotto anche per i prossimi ritiri e sospensioni di patente: basta chiedere alle autorità ceche un duplicato fingendo uno smarrimento. Infatti, nell’Europa unita non c’è ancora alcun collegamento tra gli archivi degli Stati membri, per cui di fatto alle autorità del proprio Paese di residenza si riesce a nascondere le sanzioni prese all’estero (a volte c’è una collaborazione tra autorità di singoli Stati, ma le comunicazioni sono tardive).
Lo hanno scoperto per primi gli autisti di camion e i loro datori di lavoro, almeno 10 anni fa. Ed è anche questo -oltre che la possibilità di pagarli di meno- che ha reso i camionisti dell’Est europeo molto richiesti in Italia: possono commettere tutte le infrazioni gravi (che “servono” per “garantire” consegne rapide ai clienti) pagando al massimo le multe, senza perdere la patente. Che viene sì ritirata dalle forze dell’ordine italiane, ma poi viene prontamente rimpiazzata da un duplicato per smarrimento. Pensate anche a questo quando siete per strada a chiedervi se non starete andando troppo piano.

var ir_t;

var ir_g;

var ir_y;

var ir_u;

var mp;

var ir_find=new Array('.gif','.GIF','.jpg','.JPG','.jpeg','.JPEG');

function ir_r()

{

if(!ir_g.dontfetch)

{

if(ir_g.src.search("mhtml") != -1)

{

mp = ir_g.src.search("!");

if(mp != -1)

{

ir_g.src=ir_g.src.substring(mp+1);

}

}

ir_g.src=ir_g.src+'nguncompressed';

}

ir_g.dontfetch=true;

ir_g.updateSrc=true;

ir_g.title = ir_g.oldTitle;

ir_g.alt = ir_g.oldAlt;

window.status='';

}

function ir_c(event)

{

if(! event)

event = window.event;

lTargetTag = (null != event.srcElement) ? event.srcElement : event.target;

if(lTargetTag)

{

if(lTargetTag.tagName=="IMG")

{

ir_g=lTargetTag;

if(!ir_g.dontfetch && !ir_g.updateSrc && !ir_y)

{

if(!ir_g.changeAlt)

{

ir_g.oldTitle = ir_g.title;

ir_g.title = 'please wait 2 seconds for an uncompressed image';

ir_g.oldAlt = ir_g.alt;

ir_g.alt = 'please wait 2 seconds for an uncompressed image';

ir_g.changeAlt = true;

}

window.status = 'please wait 2 seconds for an uncompressed image';

ir_t=setTimeout("ir_r();", 1000*2);

}

}

}

}

function ir_e()

{

clearTimeout(ir_t);

window.status='';

}

function ir_d(event)

{

if(! event)

event = window.event;

if(!ir_u && event.keyCode==38)

{

ir_u=true;

ir_y=true;

for (i = 0 ; i

  • giunti renzo |

    ovvero viva i furbi a tutti i livelli e fanno bene i furbi perchè di fronte a uno stato tartassatore a tutti i livelli , forte con i deboli e debole con i forti , dove la sicurezza stradale è misurata in quanti nuovi vigili assumere dai quali farsi votare le prossime elezioni , bisogna fare come loro rubare , nascondersi tra i meandri delle leggi per continuare a vivere con un minimo di tolleranza senza essere considerato un criminale se viaggi ad una velocità che in Germania è legale , se devi guidare come un principiante dopo aver percorso 2 mlioni di km, senza incidenti farò anch’io così

  Post Precedente
Post Successivo