Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Car sharing Milano – Enjoy sfida Car2go con prezzi più bassi, auto più capienti e iscrizioni più comode, ma perde sui servizi

Chi l'avrebbe mai detto? Dopo anni di monopolio dell'Atm con lo stantio servizio GuidaMi, il car sharing a Milano adesso offre una concorrenza serrata fra due nuovi e innovativi operatori: alla rivelazione dell'estate, Car2go, si aggiunge Enjoy, di Eni, Fiat e Trenitalia. Così nel nuovo popolo trasversale dei convertiti al car sharing ora tutti si domandano quale dei due sia meglio. Siamo in grado di rispondere, grazie alla collega Francesca Milano, che di questo popolo fa parte stabilmente. La sua esperienza e la sua curiosità l'hanno messa in grado di fare un confronto da cui non esce un vero vincitore, ma punti di forza e di debolezza che ognuno valuterà in base alle sue esigenze. Eccovi il reportage di Francesca, che ringrazio.

L'iscrizione a Enjoy è sicuramente più comoda e (almeno per ora) conveniente. Tutta la procedura si fa direttamente online, senza bisogno di presentarsi personalmente per ritirare la tessera, come invece accade per Car2go. Enjoy, infatti, funziona senza tessera: basta utilizzare il codice pin che viene inviato al momento dell'iscrizione. Anche il controllo sulla validità della patente avviene online, dato che il sito di Enjoy è connesso a quello della Motorizzazione. Inoltre, l'iscrizione a Enjoy è gratuita, mentre per iscriversi a Car2go, dopo un iniziale periodo di promozione, bisogna pagare 19 euro. Si vedrà se un pagamento sarà richiesto anche da Enjoy, dopo il periodo di lancio.


Enjoy ha anche la tariffa al minuto più conveniente, anche se di poco (25 centesimi contro 29) e prevede anche un tariffa ridotta in caso di sosta (10 centesimi al minuto).

Attraverso la app è possibile scegliere se localizzare le 500 o le 500L, entrambi modelli più spaziosi rispetto alle Smart. Le auto Fiat hanno il servosterzo, cosa che invece manca nelle Smart di Car2go. In compenso, le Smart hanno il cambio automatico e un computer di bordo molto migliore: lo schermo è grande più del doppio rispetto a quello delle auto Enjoy ed è integrato nella plancia. Il computer di Car2go permette anche di monitorare il proprio stile di guida, attraverso tre parametri (frenata, accelerazione e guida uniforme), cosa che invece manca su Enjoy.

Inoltre, il servizio clienti di Car2go è dedicato e immediatamente raggiungibile telefonicamente, mentre il numero verde di Enjoy altro non è che il numero verde di Eni gas e luce, e prima di poter scegliere di
parlare con un operatore di Enjoy bisogna ascoltare tutte le informazioni sui servizi di Eni.

Sia in fase di apertura dell'auto che di chiusura, la trasmissione dei dati è molto più rapida con Car2go rispetto a Enjoy. Sulle auto Enjoy non è necessario fare rifornimento, mentre con Car2go bisogna
occuparsene di persona (guadagnando però minuti gratis).

Il servizio di Enjoy invia un sms e una mail al termine di un noleggio, indicando il numero di minuti
utilizzati e il relativo costo, mentre per visualizzare quando si è speso con Car2go bisogna necessariamente collegarsi al sito e visualizzare le fatture che contengono queste informazioni.

  • Paolo Barison |

    Buongiorno, in Car2go riguardo al rifornimento, non è corretta l’affermazione. Anche in Car2go non bisogna fare rifornimento. Solo sotto il 25% di serbatoio (segnalato sia sull’ app che sul lettore tessere) è FACOLTA’ del cliente rifornire con l’apposita fuel card all’ interno della vettura, guadagnando 20 minuti gratuiti.
    Cordiali saluti
    Paolo B.

  Post Precedente
Post Successivo