Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Liste elettorali: riecco il senatore col lampeggiante sull’auto privata

Si ricandida. Esteban Juan Caselli, ambasciatore in pensione e senatore eletto in Argentina nelle liste per gli italiani all’estero, secondo Panorama in edicola questa settimana, correrà anche nelle elezioni di febbraio, sempre per il Senato. Non si può dire che nei cinque anni di mandato che sta terminando abbia fatto sfracelli: il settimanale lo accredita di un indice di presenza alle votazioni in aula sotto il 40%. In compenso, un mese e mezzo fa si è segnalato perché la sua auto è stata fotografata mentre occupava un posto per disabili nel parcheggio sotterraneo di un centro commerciale (pare che poi Caselli abbia detto che era colpa del suo autista). Ma, soprattutto, esibiva sul tetto un bel lampeggiante blu.

Chi lo ha dato a Caselli? Si sa che esiste un elenco di personalità a rischio che ricevono dalle Prefetture l’autorizzazione a utilizzare il lampeggiante blu, come se fossero guidate da personale delle forze dell’ordine. Ma perché Caselli è considerato persona a rischio? C’è qualcosa che non sappiamo? La campagna elettorale è un’ottima occasione per spiegarla.

  • maxante |

    Tali candidati, tali gli elettori: sabato ho notato con piacere nel posteggio di un noto centro commerciale tutti i posteggi per disabili occupati da auto senza gli appositi contrassegni, ed anche una buona dose di auto con posteggi “creativi”……

  • freetihnker1 |

    Per chi non avesse collegato il sENATORE in oggetto è anche lo sponsor di una nuova candidata tutta casa, chiesa e cas..ino
    http://www.liberoquotidiano.it/news/personaggi/1113590/Bella–sexy-e-argentina–ecco-la-Calabro–futura-senatrice-italiana.html
    Non c’è limite al peggio !

  • beppe |

    Non mi meraviglierebbe se fosse un uso del tutto abusivo. Pensateci: in caso di controlli, dice di essere un senatore e sfido qualunque poliziotto a mettersi di traverso. Anche loro, infatti, tengono famiglia e non si sa mai chi può conoscere questo “senatore” e ricevere “fastidi”. Non sarebbe la prima la volta che tutori della legge zelanti ricevano sonore bastonate per…aver fatto il proprio dovere.

  Post Precedente
Post Successivo