Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

I vigili non si presentano e il Comune perde i ricorsi

Che con tanti ricorsi gli uffici di prefetti e giudici di pace s'ingolfino è storia vecchia. Che tanti ne approfittino per opporsi anche a multe sacrosante (facendo diventare nullo il verbale per scadenza dei termini) è tristemente noto. Che spesso in questo marasma si perdono anche i corpi di polizia(che non riescono a star dietro a tutte le udienze) si sa anche. Ma si sperava che l'informatizzazione degli uffici desse una mano, almeno nelle città giudicate – a torto o a ragione – più avanzate. E invece l'altro giorno ho potuto intercettare lo sfogo di un vigile milanese che parla di varie carenze, tra cui il fatto che a volte la Polizia locale non riesce nemmeno a costituirsi nei giudizi o lo fa con controdeduzioni scritte male o non può farlo perché non ritrova i documenti.


Ovviamente i toni del vigile sono esasperati e occorre fare la tara: quando una persona è coinvolta anche emotivamente in un problema, non è mai totalmente attendibile. Ma il problema si pone. E costa alla collettività: ci sono da pagare le ore di lavoro di vigili che a questo punto sarebbe meglio impiegare in strada a prevenire le infrazioni e le spese processuali, che non di rado i giudici accollano al Comune. Possiamo continuare a permetterci tutto questo, in tempi di spending review?

  • mario serio |

    Ma non le sembra un po eccessivo tirare fuori la “spending & review” per un racconto poco attendibile?
    Impiegare i vigili in strada equivale più accertamenti di infrazioni e quindi più incassi per le amministrazioni…..
    [risponde Maurizio Caprino] Purtroppo l’impossibilità di presentarsi in udienza è un fenomeno vero e non solo milanese. Quanto all’impiego dei vigili in strada, ben venga, ma il tasso di contenzioso è già alto e sapere che poi nessuno si presenta è ulteriore incentivo a presentare ricorsi anche pretestuosi, visto che a quel punto le probabilità di vittoria aumentano. E di tutto questo non c’è traccia nei criteri di riorganizzazione della Pubblica amministrazione, che continuano ad essere viziati come per la questione dei costi standard, che vede i corpi di polizia locale più produttivi penalizzati perché anche più costosi, a vantaggio di realtà di efficacia discutibile (Catanzaro risulta la più virtuosa d’Italia, stando ai costi standard).

  Post Precedente
Post Successivo