Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Maxi sconto Eni: lunghe code e il risparmio va “in fumo”

E venne il giorno del mega-sconto sui carburanti: da due ore è iniziata la campagna "Riparti con Eni", che sostanzialmente nei weekend riporta i prezzi quasi a quelli di un anno fa, 1,5-1,6 euro al litro. Cioè senza gli effetti di metà degli aumenti delle accise inanellati dai due ultimi governi negli ultimi 15 mesi.

Ci si aspettava ressa agli impianti Eni. E in effetti così sembra che sia: SicurAUTO ha fatto un reportage dal Sud, dove nemmeno il caldo ha fatto diminuire le code. La proverbiale incapacità degli italiani a destreggiarsi col self service (unica modalità per fruire del megasconto) sta contribuendo a peggiorare la situazione.

Come giustamente hanno notato i colleghi, con queste attese e la necessità di tenere acceso il motore per far funzionare il condizionatore (cosa peraltro vietata), si rischia di vanificare parte del risparmio. E s'inquina.

  • flori2 |

    -20 cent rispetto a cosa? Nel Veneto sono passati da 1,61 a 1,5 e non mi sembra -20cent. Nessuna ressa e coda nei distributori

  • Paoblog |

    @Roberto: che non lo facciano per farci un piacere è ovvio, ma è anche vero che -20 cent su un pieno non equivalgono a 2 Euro di risparmio e nel momento in cui questa mossa dell’Eni fa muovere nella medesima direzione anche gli altri, meglio per le nostre tasche.
    °°°
    Per chi come me, ad esempio, non ha pompe bianche “a tiro” è sicuramente un vantaggio ed andrò a fare rifornimento alla Esso, alla faccia dell’Eni…
    °°°
    Forse è l’unica volta che vediamo un effetto positivo della concorrenza, con l’adeguamento al ribasso invece che il contrario.
    °°°

  • Alessandro |

    Non dovevano essere “i prezzi piu’ bassi in Europa”? Qui in Austria dove vivo la super la pago 1.368 e il diesel 1.288

  • roberto |

    purtroppo ancora una volta gli italiani saranno presi in giro…..non lo fanno per farci un regalo ….sono sotto del 40% delle vendite , calo dovuto alla concorrenza dei privati , e con questa operazione vogliono mettere in ginocchio proprio i privati per poter poi tornare a fare ”cartello” e rialzare i prezzi .se e’ vero che vogliono far ripartire l’economie e aiutare gli italiani mettessero in condizione i privati di fare altrettanto , e non aumentassero i prezzi extra rete in raffineria.non state al gioco delle compagnie….boicottate l’iniziativa…..2 euro non vi cambiano la vita…..

  • Andrea |

    anche nei distrutori Qeasy ci sono sconti anologhi a quelli ENI

  Post Precedente
Post Successivo