Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Torna un autovelox sulle autostrade della Sicilia orientale. Dopo due mesi

Dopo otto settimane, un apparecchio (probabilmente uno solo) sono riusciti a rimediarlo. E faranno di tutto per usarlo il più possibile: la settimana prossima non solo lo piazzeranno tutti i giorni, ma in due di essi se lo passeranno da un turno all'altro. Segno, probabilmente, che solo in quei due giorni ci sono abbastanza pattuglie per potersi permettere un simile "lusso". Tutto ciò accade in Sicilia orientale, dove – tra guasti, manutenzioni e scarsa dotazione di base – il compartimento della Polizia stradale era rimasto senza strumenti di controllo della velocità negli ultimi due mesi.

Scrivo che probabilmente l'apparecchio recuperato è uno solo perché ne viene previsto l'uso su una sola arteria: la nuova autostrada Catania-Siracusa. In sostanza, ciò dovrebbe significare che il misuratore è stato assegnato a un solo reparto, per evitare perdite di tempo e impiego di uomini per portarlo da una sede all'altra (a volte, quando gli strumenti mancano, si fanno anche i salti mortali per far usare a turno i pochi che ci sono). Dovendo scegliere, si è preferita una strada molto veloce (tracciato moderno, poco traffico), che evidentemente preoccupa più della quasi disastrata Messina-Catania. Quanto al resto della viabilità, lì possono operare anche le Polizie locali (vigili urbani) e ci pensino loro. Parliamo di mezza Sicilia: il compartimento Sicilia orientale copre le province di Messina, Catania, Siracusa, Ragusa ed Enna.

I mezzi mancano, l'arte di arrangiarsi no. Per fortuna.

  • diana |

    e a fare controlli con gli autovelox, si rischiano meno le penne che a fermare quello ‘sbagliato’ con le gomme usurate…

  • Raoul Cairoli |

    Egr. Dott. Caprino, al fine di porre rimedio a questa situazione paradossale ma purtroppo realistica, stante i Suoi noti rapporti con vari compartimenti della Polizia Stradale, Le propongo di fare da tramite con il citato Compartimento, comunicandogli la disponibilità della società per la quale opero come agente di commercio (CI.TI.ESSE s.r.l.) e della quale sono anche socio, a riparare ovvero sostituire tutte le componenti guaste dei misuratori di velocità mod. AUTOVELOX 104/C-2 in loro possesso e ciò a titolo COMPLETAMENTE GRATUITO, in modo da poter riattivare quanto prima i controlli sulle strade. Distinti saluti.

  • Fabio |

    Più limitato di un autovelox non c’è nulla:
    chi abita in zona impara il posto e rallenta solo li.
    chi è di lontano probabilmente ha il navigatore e rallenta poco prima.
    chi va sotto le grinfie del autovelox? solo gli sbadati e gli sprovvduti.
    Come è successo a mio padre (74 anni) pizzicato alla folle velocita di 58Km in un centro abitato della mia zona.
    Mentre chi va in giro con i fari rotti di notte e gli stop non funzionanti e le ruote lisce o come mi è capitato di vedere addirittura con le gomme a terra, a loro niente.
    No non mi convinci non servono a niente gli autovelox……………………………….
    [risponde Maurizio Caprino] Certo, è limitato. Ma è il meno limitato di tutti i controlli. Basta fare il rapporto agenti impiegati/multe comminate per capire che è così. E gli sbadati sono tantissimi: si riescono a fare multe a raffica persino ora che tutti i controlli di velocità devono essere visibili e presegnalati…

  • Fabio |

    un autovelox non controlla se la macchina ha le gomme lisce
    un autovelox non controlla se la macchina ha gli stop funzionanti
    un autovelox non controlla se la macchina ha l’impianto frenante efficiente
    un autovelox non controlla un bel niente……..
    [risponde Maurizio Caprino] Verissimo, ma purtroppo tutti questi controlli sono fattibili solo su un campione limitatissimo. Infinitamente più limitato di quello su cui può incidere un autovelox.

  Post Precedente
Post Successivo