Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Un’auto, targa straniera, guidatore italiano e centinaia d’infrazioni impunite. Ma stavolta…

Il troppo stroppia. E questo vale anche per i furbetti che girano per la propria città con la targa straniera per eludere le multe: c'è stata gente che ha accumulato una quantità davvero industriale di infrazioni (soprattutto davanti alle telecamere della zona a traffico limitato), attirando più di un sospetto e inducendo le forze dell'ordine a indagare. In particolare, si è mossa la Polizia municipale di Verona, che di fronte ai numeri sconcertanti che leggete nei comunicati qui sotto, ha avviato accertamenti stanando un po' di concittadini.

Per anni il giochino ha retto proprio perché si sa che, in assenza di controlli alle frontiere, l'unico modo per accertare la permanenza continuativa di un veicolo in territorio italiano (cosa che fa scattare l'obbligo di immatricolarlo con targa italiana) è aprire una vera indagine, cosa che non viene fatta per una semplice multa. Ma, appunto, il troppo stroppia e il fenomeno è diventato troppo grande perché si continuasse a non intervenire.

Né si può invocare il principio della libera circolazione delle merci e dei servizi in ambito comunitario: la Corte di Giustizia Ue lo ha chiarito bene nel 2006, in questa ordinanza ( Download Ordinanza UE causa C-435-04 Leroy – noleggio – leasing veicolo).

Si spera che non si siano svegliati solo a Verona, dove il problema è più grosso (la città ha forti collegamenti con l'estero e non è un caso se il caso che vi ho mostrato io nel post dell'altro giorno si riferisse proprio a questa città), il comandante Luigi Altamura è sensibile al problema e ha bravi collaboratori. Ce ne sarebbe bisogno un po' ovunque.

Facciamo il caso di Milano, dove solo il tragico incidente del tram contro l'autobus ha scoperchiato il pentolone dei mezzi con targa straniera che accumulano centinaia di multe ciascuno assicurando l'impunità al conducente. In quel caso, la Porsche Cayenne con targa svizzera che provoco il sinistro era guidata effettivamente da uno svizzero, che però zigzagava tra la corsia riservata e quella normale perché aveva già fatto centinaia di invasioni del genere e anche quando veniva beccato da una telecamera poi si faceva beffe del verbale. Se solo i vigili di Milano avessero trasmesso alla Polizia di frontiera di Ponte Chiasso una lista di trasgressori incalliti…

POLIZIA MUNICIPALE: CONTROLLI SU AUTO CON TARGA STRANIERA UTILIZZATE PER EVITARE SANZIONI

 

02/02/2011

La Polizia municipale sta vagliando in questi giorni alcune situazioni sospette legate all’utilizzo di auto con targa straniera, quale probabile stratagemma per evitare la notifica di sanzioni.

Grazie ad alcuni particolari controlli automatizzati creati appositamente dal settore Informatica del Comune e dai tecnici del Comando della Polizia municipale è stato infatti possibile individuare quasi mille ingressi irregolari in Ztl commessi con sei veicoli immatricolati all’estero, utilizzati però da conducenti residenti in città.

Uno stratagemma che consentirebbe di evitare le notifiche all’estero, in particolare in Germania, dove alcuni meccanismi procedurali non sono ancora perfettamente allineati.

Grazie a controlli automatici ed appostamenti specifici la Polizia municipale è riuscita ad individuare i responsabili dei transiti, ai quali presto verranno notificate tutte le violazioni.

Uno di essi, un Volkswagen Passat, ha accumulato 450 transiti irregolari in zona a traffico limitato. Le altre auto sono due Bmw, una Audi A8, una Mercedes ed un autocarro, che in questo modo eludeva sia il protocollo commercianti che le fasce orarie specifiche per l’ingresso in Ztl.

Questi veicoli hanno inoltre commesso transiti irregolari sulle corsie bus, eccessi di velocità, soste irregolari senza mai pagare alcuna sanzione. Gli accertamenti della Polizia municipale sono ancora in corso sia per ricostruire completamente le singole posizioni, sia per individuare altre targhe sospette.

 

POLIZIA MUNICIPALE: PROSEGUONO I CONTROLLI SULLE AUTO IMMATRICOLATE ALL’ESTERO PER EVITARE SANZIONI

12/02/2011

Proseguono i controlli della Polizia municipale per individuare automobilisti che si mettono alla guida di auto immatricolate all'estero per evitare la notifica delle sanzioni.

Dopo i risultati della scorsa settimana, che hanno permesso di individuare sei automobili responsabili di un migliaio di accessi irregolari in Ztl, la Polizia municipale ha scoperto altri casi di violazione. Si tratta di una Golf che ha registrato 120 ingressi non corretti in zona a traffico limitato, una Citroen Picasso entrata 55 volte, una Mercedes classe A con 42 transiti all'attivo e una Toyota con 636 accessi irregolari. In totale altri 850 accessi irregolari, che verranno notificati a breve ai responsabili, ai quali la Polizia municipale risale grazie ai controlli automatizzati del settore Informatica del Comune e dei tecnici del Comando della Polizia municipale. Gli speciali algoritmi permettono di individuare ricorrenze, orari di accesso e altri dettagli per tracciare l'identikit di quei conducenti, spesso residenti in città, che utilizzano auto immatricolate in Germania e Austria per evitare le notifiche delle violazioni all’estero. Oltre al transito irregolare nella Ztl, i quattro veicoli individuati nei giorni sono responsabili anche di altre violazioni del codice della strada, come il transito sulle corsie preferenziali dei bus, eccessi di velocità, sosta selvaggia.

  • bertoni moreno |

    per 0ltre 4 anni a volterra 4 auto con targa bulgara hanno svolto e ancora stanno svolgendo servizio trasporto terze persone ,senza che l’amm/ne sia in grado di dare risposte a chi svolge lavoro di n.c.c. con onestà,che persone i ns. amm/ri……………….

  • moreno |

    da due anni,un noleggiatore n.c.c.di volterra” PI”effettua serviziotrasporto persone con 4 auto targate bulgare,il colmo è che pur avendo fatto richiesta di chiarimenti e vari jncontri,l’amm/ne non siè ancora degnata di dare chiarimenti,anche questa che èla terza stagione,di vento…mi è stato detto da un vigileche il tizio è sotto indagine….ancora fuori dalle mura si vede le auto trasportare persone ,a mio avviso la colpa o la connivenza è dell’amm/ne,ed è una situazione paradossale e unica jn italia,per non parlare degli autisti,invece di tutelare il cittadino onesto .scusate moreno bertoni

  • moreno bertoni |

    ora fanno servizio n.c.c.con 4 auto targa bulgara e senza licenza comunale già da 2 annicomando vigili non risponde a lettere ecc.è realtà a volterra PI

  • carmine |

    ma smettetela di fare i furbi!siete proprio degli italiani!! voi che girate con auto targate BG RO ecc ecc ditemi se avete p.iva o impresa o qualsiasi cosa che non si spende piu’ un euro da voi!!!!!!!!!!! cosi dovrebbe essere!!!

  • bertoni moreno |

    e chi viene a fare noleggio con conducente,targa bulgara e vigili urbani nonfanno niente!!!volterra

  Post Precedente
Post Successivo