Da: Massimo Inches [[email protected]]
Inviato: lunedì 9 gennaio 2012 0.26
A: Caprino Maurizio
Cc: Massimo Inches
Oggetto: Diffida capo dipartimento

Massimo        INCHES                                              Roma, 09/01/2012

Consigliere Municipio Roma II

LA   DESTRA

Via Dire Daua, 11  Roma

Mail: [email protected]

                                                                                                                                                                                                                                                        Segretario Direttore Generale

                                                                                              Dr. Liborio Iudicello

                                                                                              Via del Campidoglio, 1- 00186 Roma

 

Dr. Ing. Umberto PETROSELLI

                                                                                              Direttore Dipartimento Sviluppo

                                                                                              Infrastrutture e Manutenzione

                                                                                              Urbana – VII U.O.

                                                                                              Via Luigi Petroselli, 45 –00186 Roma

 

                                                                                                                                                                                                                   

OGGETTO:   DIFFIDA  Attuazione Decreto Ministero Infrastrutture e dei Trasporti del

                                       21/06/2004 in via del Foro Italico

 

Il sottoscritto consigliere municipale Massimo Inches con la presente  diffida gli uffici in indirizzo a voler eseguire con sollecitudine le opere di messa in sicurezza di via del Foro Italico, tratto compreso da via Salaria al viadotto soprastante il fiume Tevere, come disposto dal Decreto in oggetto.

 

In particolare risulta che un tratto  del viadotto che scavalca il fiume Tevere, su entrambi i lati, con provenienza da Tor di Quinto direzione San Giovanni (zona ricadente nel XX municipio), è privo di guard rail per un lunghezza di 21 metri. Il 25 Ottobre 2011   si è verificato un incidente stradale con esito mortale, il cui conducente di un’autovettura ha urtato contro la ringhiera del ponte, abbattendola, precipitando sul terreno sottostante per circa mt. 10,00 di altezza; il punto dell’impatto è privo del guard-rail  o altro sistema di tenuta.

L’obbligatorietà della protezione è riportata nell’art. 3 del Decreto, laddove le zone da proteggere: “…devono riguardare almeno : i margini di tutte le opere d’arte all’aperto quali ponti, viadotti, ponticelli…”

Se fosse stato applicato correttamente il dettato del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, sul viadotto del Foro Italico, forse si sarebbe registrato un incidente mortale in meno.

 

Il tratto di via del Foro Italico compreso tra via Salaria ed il viadotto è  privo di guard-rail sullo spartitraffico centrale, costituendo una situazione di pericolo per la circolazione, in caso di invasione della carreggiata opposta.

In data 27/04/2001 il Secondo Gruppo della Polizia Municipale richiede al VII Dipartimento Politiche della Mobilità U.O. Pragram.ne e Pianificazione l’installazione di guard-rail, trasmettendo il verbale di riferimento redatto dal personale Ufficio infortunistica, che rappresentava la notevole casistica di sinistri stradali in via del Foro Italico, con danni oltre che ai veicoli ed alle persone coinvolte, anche alle strutture di illuminazione pubblica poste sul marciapiede centrale ne separa le due carreggiate; la richiesta faceva seguito all’ultimo incidente in ordine di tempo con esito mortale.

 

Al fine di poter evitare che si possano reiterare incidenti stradali con esiti gravissimi o letali per la comunità, lo scrivente consigliere municipale diffida gli uffici in indirizzo a prendere immediati provvedimenti per la pubblica incolumità, mettendo in sicurezza via del Foro Italico, mediante l’installazione di guard-rail o altro sistema di tenuta, sul marciapiede centrale, ai bordi del viadotto e delle cunette, in osservanza del Decreto Ministeriale del 21/06/2004.

 

                       

                                                          

Distinti saluti Consigliere Massimo Inches