Da: Nicola Giardino [[email protected]]
Inviato: lunedì 24 gennaio 2011 17.07
A: Caprino Maurizio
Oggetto: Fw: [Ciclobby Media] Stragi ciclisti, eliminare gli "angoli ciechi" dei camion

Priorità: Alta
Ti può interessare?
Nicola
----- Original Message -----
From: FIAB Ciclobby
Sent: Monday, January 24, 2011 8:23 AM
Subject: [Ciclobby Media] Stragi ciclisti, eliminare gli "angoli ciechi" dei camion

Inoltriamo il seguente comunicato della FIAB.
 
Saluti
Fiab Ciclobby onlus
^^^^^^^^^^^
 

Collisioni tra veicoli pesanti e ciclisti

Installare sensori e telecamere sui camion per eliminare gli "angoli ciechi"

Iniziativa di alcuni parlamentari europei

Fiab scrive agli europarlamentari italiani: "Firmate la Dichiarazione 81/2010"

 

 

2.000 ciclisti continuano a morire ogni anno sulle strade dell'Unione europea investiti da veicoli pesanti: i loro conducenti non riescono a vedere le biciclette in affiancamento a causa dei cosiddetti "angoli ciechi".

 

Le norme per aumentare la dotazione di specchi sui veicoli pesanti non hanno risolto completamente il problema. Una soluzione, oggi pratica e conveniente grazie ai progressi della tecnologia, è quella di installare sensori e telecamere sui mezzi pesanti. Per questo alcuni parlamentari europei hanno messo a punto una proposta di dichiarazione scritta del Parlamento europeo, la n. 81/2010, sulla sicurezza stradale di ciclisti e pedoni, per l'eliminazione dei cosiddetti "angoli ciechi" dei veicoli commerciali pesanti.

 

La FIAB, in adesione ad una richiesta pervenuta dall'European Cyclists' Federation, ha chiesto a tutti gli Europarlamentari italiani di firmare quell'atto entro il 17 febbraio prossimo, per porre fine a incidenti tragici ai danni di chi si sposta in bicicletta.

 

Nella sua nota il Presidente della FIAB, Antonio Dalla Venezia, sottolinea che: «Camion e autocarri sono coinvolti ogni anno in un numero estremamente elevato di collisioni. Il problema sta negli "angoli ciechi" frontali e laterali che rendono ciclisti e pedoni invisibili al conducente del mezzo. Le norme per aumentare la dotazione di specchi sui mezzi pesanti, evidentemente, non sono state sufficienti a debellare il problema: vanno installati sensori e telecamere su quei veicoli ed introdotti tutti i provvedimenti possibili che la tecnologia mette oggi a disposizione, per porre fine alle stragi di ciclisti sulle strade».

 

Ma cosa dice la Dichiarazione scritta n. 81/2010 messa a punto per iniziativa di alcuni proponenti ma che ha bisogno del maggior numero di sottoscrittori?

Innanzitutto sollecita la Commissione Europea a prendere urgentemente in esame l’argomento e ad assumere provvedimenti per disporre l'installazione di dispositivi di allarme attivi, dispositivi avanzati di frenata d'emergenza e sistemi d'avviso di deviazione dalla corsia. Inoltre chiede di accelerare la valutazione della direttiva 2007/38/CE e di riesaminarla ai fini di un suo allineamento ai progressi tecnologici e alle più recenti norme in materia di dispositivi per la visione indiretta per autocarri di nuova immatricolazione allo scopo di garantire un livello di sicurezza ottimale. Infine il documento chiede che non siano previste esenzioni dal montaggio obbligatorio di dispositivi avanzati di frenata d'emergenza e sistemi d'avviso di deviazione dalla corsia conformemente al regolamento (CE) n. 661/2009 sulla sicurezza g enerale.

 

 

Lello Sforza

Ufficio Stampa FIAB onlus

(Federazione Italiana Amici della Bicicletta)

Tel. +39 3200313836

Fax +39 0805236674

[email protected]

 

 

 

==^=============================================================

FIAB - FEDERAZIONE ITALIANA AMICI DELLA BICICLETTA onlus

Presidente e Segreteria: Via Col di Lana, 9/a - 30170 Mestre (VE)tel./fax 041-921515

Direttore e amministrazione: Via Borsieri, 4/E - 20159 Milano tel. 02-60737994 fax 02-69311624

e-mail: [email protected] - Internet: http://www.fiab-onlus.it

 

aderente a ECF - European Cyclists' Federation www.ecf.com , COMODO, Confederazione Mobilità Sostenibile,

riconosciuta dal Ministero dell'Ambiente quale associazione di protezione ambientale (art. 13 legge n. 349/86) e dal Ministero Lavori Pubblici quale associazione di "comprovata esperienza nel settore della prevenzione e della sicurezza stradale"

==^=============================================================



--
---
Ricordiamo Luigi Riccardi
www.retecivica.milano.it/gigiriccardi

^^^^^^^^^^
La bici non consuma e non produce emissioni, non  ingombra e non fa
rumore: è un mezzo ecologico per definizione e ad alta efficienza
energetica. La bicicletta migliora il traffico, l'ambiente, la salute e
l'umore.

Fiab CICLOBBY onlus promuove l'uso della bici per la mobilità quotidiana e per il tempo libero.

MILANO - Fiab CICLOBBY onlus (via Borsieri 4/E - tel. 02.69311624)
http://www.ciclobby.it

ITALIA - Federazione Italiana Amici della Bicicletta (FIAB onlus)
http://www.fiab-onlus.it <[email protected]

EUROPA - European Cyclists' Federation (ECF)
http://www.ecf.com <[email protected]>



_______________________________________________
Newsletter media Ciclobby
per cancellarsi / iscriversi / modificare le opzioni visita la pagina:
http://liste.ciclobby.it/mailman/listinfo/media