Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Crash test EuroNcap: un’altra pioggia di cinque stelle

Sei modelli in lizza, punteggio massimo per quattro di loro. Sembra un trionfo l’ultima tornata dei test EuroNcap CS Euro NCAP 30 novembre 2016. In realtà, possiamo dire che il trionfo si estende a tutti i test condotti nel 2016: nonostante i parametri di giudizio siano diventati più severi, ben 11 modelli sui 18 provati sono riusciti a prendere lo stesso le cinque stelle. E altri tre le hanno raggiunte, anche se non con l’equipaggiamento di serie ma nella versione con safety pack.

Spieghiamo. Da quest’anno nella valutazione in stelle entra anche l’adozione di un equipaggiamento di sicurezza di serie su tutte le versioni disponibili nei 28 Paesi del mercato Ue. Prima si vede se i sistemi di sicurezza sono montati di serie. Se non si raggiungono le cinque stella così, scatta una seconda valutazione per la versione del veicolo dotata di safety pack optional. Per poter essere considerato, il pack deve includere tutte le tecnologie di sicurezza necessarie per raggiungere l’ulteriore valutazione in stelle su tutte le varianti e in tutti i Paesi in cui l’equipaggiamento aggiuntivo non è di serie. Inoltre, la valutazione dei sistemi di mantenimento della corsia di marcia è più dettagliata rispetto allo scorso anno. Ovviamente tutto è perfettibile e non è tutto oro quel che luccica, ma siamo molto avanti rispetto alle prime valutazioni di quasi vent’anni fa, che tenevano conto solo dei risultati nei crash test (che peraltro erano meno severi di oggi. E l’Europa resta una delle zone con gli standard migliori, se si pensa che – giusto per fare l’ultimo esempio – solo ieri uno Stato asiatico come la Malaysia ha annunciato di rendere obbligatorio di serie il controllo elettronico della stabilità, che noi già abbiamo da due anni.

In teoria, la stretta avrebbe potuto favorire le sorprese: già in passato qualche modello blasonato aveva stupito perché non aveva preso il massimo del punteggio, figurarsi con i nuovi parametri. E invece no: almeno finora, tra i modelli che non hanno raggiunto le cinque stelle già con l’equipaggiamento di serie, sono assenti quelli premium.