Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Nel decreto salva-Roma spunta l’emendamento sui semafori: più luci a led e meno multe.

Se avete seguito le cronache di questi giorni, avete già capito che il decreto salva-Roma su cui alle 14,30 il Governo chiede la fiducia è in realtà uno dei tanti provvedimenti che soddisfano gli appetiti di molti e mettono pezze alle situazioni più svariate, non solo romane. Impossibile descriverle tutte in articoli giornalistici. Così finora è sfuggito (a tutti, ma non al collega Gianni Trovati, che ringrazio per la segnalazione) il fatto che è passato pure un emendamento che porterà tutti i semafori ad avere luci a led, man mano che sarà giunto il momento di sostutuire le lampadine attuali. Sembra una banalità, per stare al passo coi tempi e col risparmio energetico. Ma non lo è: dietro c'è l'onda lunga degli scandali sui "semafori truccati" del 2006-2009 (che peraltro si stanno concludendo in tribunale con una catena di assoluzioni e proscioglimenti).

Lo si vede da una precisazione fatta nell'emendamento: le lampadine devono accendersi immediatamente. Solo così è possibile fugare tutti i residui dubbi sollevati nel corso dello scandalo: gli apparecchi che rilevano il passaggio col rosso si attivano tutte le volte in cui la centralina del semaforo dà l'impulso per l'accensione della luce rossa, con lo stesso impulso. Così gli apparecchi più sofisticati, per i quali non è necessario concedere una tolleranza, in teoria iniziano a fotografare esattamente nello stesso momento in cui il semaforo segnala il divieto di passare. Ma non c'è una perfetta contemporaneità fra le due cose, perché le lampadine tradizionali hanno bisogno di una frazione di secondo in più per accendersi. In quella frazione, il conducente pensa che sia ancora giallo, mentre per l'apparecchio rilevatore è già rosso e quindi la foto va scattata.

Quel che è peggio è che lo scatto a sua volta non è istantaneo, quindi avverrà quando il semaforo è effettivamente rosso e il conducente non potrà difendersi. Stiamo parlando di vere inezie, ma per non pochi guidatori hanno fatto la differenza tra essere puniti e farla franca.

Qui di seguito, vi riporto il testo dell'emendamento al salva-Roma che riguarda i semafori.

ART. 1-quater. – (Lanterne semaforiche) – 1. Dopo il comma 7

dell’articolo 41 del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, è inserito

il seguente:

7-bis. Le lanterne semaforiche devono essere dotate di lampade

con marcatura CE e attacco normalizzato E27, che assicurino

l’accensione istantanea. La loro sostituzione deve essere eseguita

utilizzando la struttura ottica della lanterna semaforica già esistente,

ove ciò sia tecnicamente possibile senza apportarvi modifiche. Le

lampade realizzate con tecnologia a LED, in caso di rottura anche di

un solo componente, devono spegnersi automaticamente in modo da

garantire l’uniformità del segnale luminoso durante il loro funzionamento".

 

2. Dopo il comma 5 dell’articolo 234 del decreto legislativo 30

aprile 1992, n. 285, è aggiunto il seguente:

5-bis. Nelle lanterne semaforiche di cui all’articolo 41, a decorrere

dalla data di entrata in vigore della presente disposizione, le

lampade ad incandescenza, quando necessitino di sostituzione, devono

essere sostituite con lampade a basso consumo energetico, ivi comprese

le lampade realizzate con tecnologia a LED, nel rispetto delle

modalità e dei requisiti previsti dal comma 7-bis del citato articolo

41".

 

  • artemis |

    @ Roberto:
    quando la sostituzione avviene per obbligo di legge in effetti i ‘certificati bianchi’ (titoli efficienza energetica TEE) non sono riconosciuti – a meno di non dimostrare di aver adottato una soluzione più efficiente della media di mercato.
    La nota di AEEG si riferi(va) alla possibilità di richiedere i TEE solo quando la sostituzione della lampada con i LED avviene su semaforo omologato. Mi sembra tuttavia che tale procedura (‘scheda 23T’) sia stata attiva fino a inizio 2013.

  • Roberto |

    Questi articoli potrebbero entrare in conflitto almeno in parte da quanto comunicato dall’autorità per l’energia in una nota del 20 giugno 2011

  • c119 |

    ma se dove erano i semafori ora ci sono le rotonde!!!!!!!!!

  Post Precedente
Post Successivo