Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Ancora bufale su 150 in autostrada, notifiche brevi e alcol. Il flop mediatico della riforma

Continuo a parlare con gente soddisfatta perché la riforma del Codice della strada (legge 120/10) avrebbe alzato a 150 il limite di velocità in autostrada e abbassato a 60 i giorni entro cui una multa va notificata. I lettori affezionati sapranno già che sono due bufale, ma il fatto è che continuano a circolare anche in queste ore e anche nei telegiornali. Inoltre, la Fipe (Federazione italiana pubblici esercizi) ha appena diramato una nota di rettifica sulle notizie errate che danno per già in vigore l'obbligo di tenere un apparecchio per alcol-test nei locali che restano aperti oltre la mezzanotte: scatterà solo fra tre mesi, dice la legge. Ancora qualche minuto e anche la Polizia stradale ha diramato un comunicato ufficiale (Scarica IN AUTOSTRADA A 130 Km) di chiarimento sui 150 che non sono assolutamente in vigore (e io confermo quanto ho scritto più volte: non lo saranno praticamente mai, salvo novità per adesso imprevedibili).

Ce n'è d'avanzo per fare una riflessione. Questo mastodontico pacchetto di modifiche al Codice, tenuto in travagliata gestazione per tre anni, ha avuto alla fine un parto affrettato proprio per giocare sull'effetto mediatico agostano. Ma le novità sono state troppe e complesse. Impossibile spiegarle senza una pianificazione adeguata, peraltro a sua volta impossibile date le incertezze politiche protrattesi fino a poco prima dell'approvazione definitiva. Ma alla fine l'effetto è stato – almeno in parte – un boomerang.

  • Pino Falanga |

    Concordo….grazie del vostro impegno per diffondere informazione corretta e dipanare le nebbie della scarsa conoscenza.

  • isa |

    per quello che ho sentito dai Tg le bufale sono anche quelle di non dire che i punti decurtati per eccesso di velocità sono diminuiti da 5 a 3.Quindi al di là dei 150 kmh/h in autostrada si, no, uguale..il messaggio deleterio per la prevenzione sulla velocità ce n’è d’avanzo!E come dice molto bene Elena Valdini in un suo articolo non recente, http://www.ilfattoquotidiano.it/2009/07/16/sicurezza-stradale-con-una-man/11863/“ con una mano si mette con l’altro si toglie” quando avremmo bisogno soprattutto di coerenza.
    [risponde Maurizio Caprino] Per correttezza va detto che sono contemporaneamente aumentate alcune sanzioni pecuniarie per eccesso di velocità e che togliere e mettere non è di per sé un male (può in teoria essere un giusto ribilanciamento), ma è vero che c’è bisogno di coerenza: la decurtazione di punti per eccesso di velocità da 11 a 40 km/h (la violazione dei limiti più diffusa) era stata alzata da tre a cinque appena tre anni fa (decreto Bianchi, governo Prodi).

  • Giorgio Marcon |

    Hai ragione Maurizio,
    ho avuto modo di parlare con qualcuno che ha apportato le modifiche tanto discusse, mi pare, abbiano avuto tanta confusione e mal informati dai “tecnici” preposti, altrimenti, si sarebbero smentiti del loro operato che hanno tenuto finora.

  Post Precedente
Post Successivo